Trattamenti 2017-08-25T15:40:17+00:00

Trattamenti.

Uno dei problemi più gravi per la nostra coltura è causato dall’ oidio.

in grado di attaccare foglie, germogli e talvolta anche i frutti. L’ attacco del fungo è facilmente riconoscibile dalla formazione di un feltro, di colore biancastro e di aspetto polverulento, sulla superficie degli organi colpiti, dovuta all’intreccio di ife e all’emissione di un numero elevato di spore.E’ possibile intervenire preventivamente fin dal post trapianto contro lo sviluppo del fungo con trattamenti a base di zolfo bagnabile. Lo zolfo capace di agire direttamente sulle spore del fungo neutralizzandole, ha bisogno per sublimare in stato di vapore, di temperature medie sopra i 10-12 C°.

I Trattamenti

In caso di forti attacchi si può essere costretti all’ utilizzo di prodotti
di sintesi che hanno effetto curativo nei confronti del mal bianco.

Conclusione.

Altro problema può essere causato dalla peronospora, capace anch’ essa di attaccare i giovani germogli ma anche i frutti. E’ possibile combatterla con trattamenti rameici.
Altro problema da non trascurare è quello causato da infestazioni di afidi che oltre a sottrarre linfa alla pianta, la rendono più suscettibile all’ attacco di altre malattie. Il peggiore inconveniente causato da un attacco del genere è di sicuro la trasmissione di virosi alla pianta ospite che potrebbe seriamente compromettere lo sviluppo sia della vegetazione che del frutto.
Prodotti a base di piretro risultano utili come preventivi. E’ importante intervenire al primo avvistamento di colonie di afidi che in genere si annidano sulla pagina inferiore delle foglie. Di fronte ad infestazioni importanti può essere necessario ricorrere ai sistemici.
Per assicurare un’ ottimale azione dei trattamenti antiparassitari è indispensabile munirsi di attrezzature capaci di nebulizzare i prodotti anche nei punti meno accessibili. E’ di grande aiuto l’ utilizzo di un atomizzatore a spalla.
E’ importante tenere sgombra da erbacce la superficie ricoperta dalla pianta.
Applicando le norme sopra descritte sarà possibile avere una pianta sana e capace di esprimere al meglio le sue potenzialità.